Come identificare i tuoi punti di forza e di debolezza

punti di forza e di debolezza

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
In cosa sei bravo?
Questa è una domanda che tutti noi vogliamo sapere su noi stessi, così come la domanda che a volte viene dopo: in cosa non sei bravo?
Se non sai come rispondere a queste domande su te stesso, continua a leggere: ti aiuteremo a conoscere meglio te stesso.
Se stai pensando di avviare un’impresa , identificare i tuoi punti di forza e di debolezza non è solo un esercizio per farti sentire bene (o male) con te stesso. È un processo che ti permetterà di capire come puoi essere più efficace in quello che fai e dove dovrai migliorare se vuoi avere successo.
In questo articolo, ti aiuteremo ad identificare i tuoi punti di forza e di debolezza. Per farlo, ti guideremo attraverso la creazione di alcuni elenchi, parlando con persone di cui ti fidi, facendo un test della personalità e provando cose nuove.
Cominciamo.
punti di forza e di debolezza

1. Innanzitutto, crea due elenchi

Prima di utilizzare qualsiasi fonte esterna per identificare i tuoi punti di forza e di debolezza. Il tuo primo elenco sarà incentrato sui tuoi obiettivi aziendali o imprenditoriali. Chiamalo ad esempio “Abilità necessarie per avere successo”. Questa lista vuole essere una panoramica ed è abbastanza generale. A seconda della tua attività, potrebbe elencare cose come “una comprensione del mercato”, “sviluppo del business” o “competenze sui prodotti”. Una volta completato l’elenco, evidenzia le abilità che già possiedi e metti una stella accanto a quelle che pensi di dover sviluppare. Quindi, metti da parte questo elenco: ci tornerai più tardi. Il prossimo elenco che creerai richiede che tu sia completamente onesto con te stesso. Puoi creare due colonne, una chiamata “Forze” e l’altra chiamata “Debolezze”. Non è necessario disporre di un elenco completo di 100 punti di forza e di debolezza. Esempi di ciò che potresti aggiungere a questo elenco spaziano da aspetti del tuo personaggio, come “calma sotto pressione” o “orientato al risultato”, a capacità tecniche che potresti avere, come “esperienza di gestione del progetto”. Lo scopo di questo elenco sarà quello di iniziare con alcune idee generali che hai su te stesso, quindi ottenere input da altre fonti per aiutarti a perfezionare il tuo elenco. Per aiutarti a pensare a cosa includere nei tuoi punti di forza e di debolezza, prova a farti domande come:
In cosa sono bravo?
Per cosa mi hanno fatto i complimenti?
In cosa hanno dovuto aiutarmi gli altri in più di un’occasione?
Quali progetti e compiti sembrano prosciugare la mia energia?
Su quali progetti ho passato ore senza stancarmi?
Quali sono i miei hobby e perché mi piace farli?

Dopo aver passato un po’ di tempo a valutare onestamente i tuoi punti di forza e di debolezza, è tempo di ricevere input da coloro che ti sono più vicini: un altro significativo, il tuo mentore, gli amici intimi o i membri della famiglia.
punti di forza e di debolezza

2. Parla con persone di cui ti fidi

Il problema con l’utilizzo di un elenco di punti di forza e di debolezza che solo tu hai completato è che hai un’opinione parziale di te stesso. La maggior parte delle persone ha un’opinione troppo alta di se stessa o troppo poco di se stessa. Tutti abbiamo bisogno di una sorta di “cassa di risonanza” che ci aiuti a ottenere chiarezza e ad avvicinarci alla verità su noi stessi. È qui che le altre persone tornano utili. Prova a pensare a tre o cinque persone di cui ti fidi delle opinioni e che hanno avuto la possibilità di vivere o lavorare con te per un lungo periodo di tempo. La cosa più importante è se apprezzi o meno la loro opinione su di te.

3. Fai un test della personalità

Oltre al tempo che hai dedicato a pensare a te stesso e alle opinioni che hai raccolto dagli altri, i test della personalità sono un’altra risorsa utile per aiutarti a identificare i punti di forza e di debolezza.

4. Prova cose nuove

Un problema con l’identificazione dei punti di forza e di debolezza si presenta quando si ha una mancanza di esperienza. In alcuni casi, potresti guardare il tuo elenco di punti deboli e notare che si riduce principalmente a “Non lo so, non ci ho mai provato”. Ad esempio, come fai a sapere se hai una capacità atletica o artistica se non hai mai provato a fare qualcosa di atletico o artistico? Crediamo fermamente nello spingerti a crescere facendo cose che non hai mai fatto prima. Potresti optare per esperienze di tipo creativo ( vedi la pittura) , o a seconda dei gusti esperienze di tipo finanziario. Sarebbe utile per esempio iniziare a gestire i tuoi risparmi.
punti di forza e di debolezza

Due cose assolutamente opposte ci condizionano ugualmente: l’abitudine e la novità.

Jean de La Bruyère
Alcune di queste esperienze ti mostreranno molto rapidamente ciò in cui non sei bravo. Potresti fallire e, in alcuni casi, potresti fallire miseramente. Ma per identificare davvero un punto di forza o di debolezza, dovrai superare quella sensazione iniziale di fallimento per imparare qualcosa di prezioso su te stesso. Provare semplicemente qualcosa di nuovo non significa che identificherai automaticamente i punti di forza e di debolezza. Per aiutarti a elaborare, ecco alcune brevi domande che puoi porre a te stesso per identificare i possibili punti di forza e di debolezza: Ti è piaciuta l’esperienza? Cosa ti è piaciuto? Cosa non ti è piaciuto? Ti è stato facile o l’hai trovato difficile? È qualcosa che vorresti continuare a fare e in cui migliorare? Quando hai incontrato difficoltà nell’apprendimento o nell’esecuzione del compito, cosa ti ha motivato a continuare?

Valutare le tue liste

Ora che hai passato un po’ di tempo a identificare i tuoi punti di forza e di debolezza, puoi valutare quali hanno bisogno di ulteriore attenzione da parte tua.
Nella tua colonna “punti deboli”,ad esempio, alcuni punti deboli saranno evidenti. Dovrai affrontarli e migliorarli prima di poter avere successo.
Diciamo che hai “mancanza di capacità di vendita” e “mancanza di capacità di contabilità” elencate nella tua colonna dei punti deboli.
Se concentri il tuo tempo e denaro sullo sviluppo delle competenze necessarie per diventare un venditore migliore, il vantaggio per te è maggiore che se dovessi spendere quelle risorse per sviluppare le tue capacità contabili?
Se valuti queste debolezze e decidi che migliorare la tua capacità di vendita è più importante, allora cosa dovresti fare per quella debolezza contabile?
La debolezza di una persona è la forza di un’altra persona.
Va bene che non sarai bravo in tutto. Invece, migliora ciò che puoi e porta accanto a te persone che hanno punti di forza che bilanciano le tue debolezze.
Gli imprenditori, generalmente, tendono a provare a fare tutto da soli e si esauriscono rapidamente.
Una volta che sono stati in grado di coinvolgere le persone giuste che potevano fare alcune cose meglio di loro, la loro attività è stata in grado di diventare più produttiva ed efficace.
In conclusione
Speriamo che tu abbia trovato questi suggerimenti utili mentre lavori per identificare i tuoi punti deboli e punti di forza. C’è qualcos’altro che aggiungeresti alla nostra lista?

Continua ad esplorare

Per cominciare, indicaci ciò di cui hai bisogno per realizzare il tuo progetto.

Ora inserisci ulteriori informazioni per definire il tuo progetto.